Un fitto scambio e-mail costituisce prova?

Nel lontano 2008, ho iniziato un lavoro per un cliente ed (ex) amico.

Ovviamente questi non mi ha restituito il contratto di acquisto per servizi informatici firmato a mezzo fax, ma mi ha dato un «ok» a mezzo e-mail. Conservo poi una fitta corrispondenza e-mail avuta nel corso dei successivi 2 anni.

Alla fine del 2010, ha cambiato idea. Non mi vuole pagare… posso fargli causa? Le mail sono una prova?

Diciamo che non costituiscono una piena prova delle circostanze di fatto enunciate nelle e-mail medesime, ma sicuramente possono essere utilizzare come prova.

Qualunque tipo di documento informatico, e pertanto anche le email, “valgono” come prova, il discorso è che i documenti hanno una “scala di validità probatoria”. Nessun tipo di documento è completamente inattaccabile e nessun tipo di documento “non vale”.

Nel caso specifico esistono precedenti per i quali in base elle e-mail scambiate è stato concesso anche un decreto ingiuntivo.

La decisione sul “fare causa o meno” dipende da Lei…

Su Rodolfo Giometti

Ingegnere informatico libero professionista ed esperto GNU/Linux offre supporto per: - device drivers; - sistemi embedded; - sviluppo applicazioni industriali per controllo automatico e monitoraggio remoto; - corsi di formazione dedicati. Manutentore del progetto LinuxPPS (il sottosistema Pulse Per Second di Linux) contribuisce attivamente allo sviluppo del kernel Linux con diverse patch riguardanti varie applicazioni del kernel e dispositivi (switch, fisici di rete, RTC, USB, I2C, network, ecc.). Nei 15+ anni di esperienza su Linux ha lavorato con le piattaforme x86, ARM, MIPS & PowerPC.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi