Trasmissione telematica degli atti e Fattura Elettronica

Dopo l’obbligo di emissione della Fattura Elettronica verso la PA, a partire dal 30 giugno 2014 è scattato l’obbligo del deposito degli atti di qualsiasi procedimento civile esclusivamente attraverso la trasmissione telematica. Tale onere coinvolge anche gli ausiliari dei giudici, ivi compresi i professionisti tecnici che svolgono attività di CTU. È il Ministero della giustizia a comunicarlo a Ingegneri, Architetti, Geometri, Periti industriali, Agronomi e Agrotecnici con una circolare del 6 giugno scorso.

Per procedere alla trasmissione degli atti per via telematica, il CTU deve essere iscritto al Registro Generale degli Indirizzi Elettronici (Reginde) con il proprio indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).

Il Registro degli indirizzi elettronici è stato istituito dal decreto 21 febbraio 2011, n. 44. Esso impone, oltre all’inserimento dell’indirizzo PEC, che il professionista tecnico indichi anche i propri dati identificativi.

I professionisti che esercitano attività di CTU, si legge nella circolare, possono essere registrati anche se non dotati di indirizzo di PEC: in tal caso essi potranno fruire solo del servizio di consultazione ma non dei servizi di deposito e comunicazione telematica.

Senza la registrazione non sarà possibile, per i CTU interessati, adempiere all’incarico eventualmente assunto con le conseguenze processuali del caso.

L’invio al Ministero della Giustizia dell’elenco dei professionisti iscritti agli albi, dovrebbe avvenire tramite il collegio o l’albo di appartenenza, ma è comunque possibile per il singolo professionista registrarsi al Reginde in maniera autonoma, seguendo le indicazioni fornite dalle specifiche tecniche introdotte dal decreto n. 44/2011 ed entrate in vigore a maggio di quest’anno.

In virtù di tutto ciò, dovidea, che associa professionisti e offre servizi telematici ai professionisti, si fa carico di adeguare la tua posizione al fine di rientrare nelle procedure che attualmente ci consentono di svolgere il nostro lavoro di CTU. A fronte dell’invio di una semplice documentazione via mail o via fax, rilasciamo indirizzi di posta elettronica certificata (PEC), Firme digitali con Carta Nazionale dei Servizi (CNS), e iscrizione al REGINDE.

Tutte attività necessarie all’adeguamento alla normativa, e propedeutiche al servizio, anch’esso obbligatorio, di emissione e conservazione delle Fatture Elettroniche verso la Pubblica Amministrazione (Fattura PA).

Visitando il sito www.fatturaelettronica-dovidea.it è possibile chiedere informazioni sulla documentazione e sui costi, e/o sottoscrivere direttamente un abbonamento al servizio più idoneo alle proprie esigenze.

Su Vittorio D'Aversa

Consulente Tecnico Forense in materia Informatica.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi