Tag Archives: qualità

Il Web-Graph Air Quality per controllare l’aria viziata

Temperatura e umidità sono ben noti per l'impatto sul benessere psico-fisico. La qualità dell’aria non viene valutata esclusivamente in base ai valori di temperatura e umidità.

Gli odori presenti nell’aria contribuiscono al malessere delle persone in ambienti indoor. Esempi che ognuno conosce sono uffici e negozi poco aerati, grandi cucine, palestre e strutture sanitarie.

L'adulto medio respira circa 13.000 litri di aria al giorno; insieme ad azoto ed ossigeno ci sono anche i Composti Organici Volatili (COV). L’abbreviazione inglese "VOC" (Volatile Organic Compounds) o COV in italiano definisce i composti organici volatili presenti a temperatura ambiente nell’aria sotto forma di gas o di vapore. Molti solventi, combustibili liquidi e sostanze prodotte sinteticamente possono presentarsi sotto forma di VOC, ma anche numerosi composti organici, formati in processi biologici.

Sintesi della metodologia d’impatto per il riordino dei siti istituzionali

mappa metodologica

Di seguito un breve estratto della metodologia per lo studio di conformità dei siti.

mappa metodologica

Il metodologia nasce per le P.A. centrali e/o locali, ma è indubbia la sua utilità anche nel privato e soprattutto per quei privati che sviluppano la propria attività anche e con operazioni di marketing. La metodologia consta di tre fasi procedurali che non bloccano mai l’operatività del sito/portale e che al termine di ogni fase apporta subito le eventuali modifiche riscontrate e concordate.

Dominio “.gov.it” e siti web istituzionali: nuovi obblighi per PP.AA.

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e Innovazione, Renato Brunetta, con la direttiva n. 8/2009 del 26 novembre 2009 impone alle Pubbliche Amministrazioni una riorganizzazione dei loro siti web istituzionali. Obiettivo è quello di eliminare “gli innumerevoli siti registrati, attivati e non più aggiornati affinché non siano raggiungibili dai cittadini né direttamente, né per il tramite dei motori di ricerca”.

Per realizzare tutto questo gli Enti dovranno rendere identificabili i loro siti web esclusivamente col dominio “.gov.it” e comunicare al Dicastero della Funzione pubblica l’elenco dei siti che intendono dismettere.

Entro 90 giorni dall’emanazione della direttiva in questione sarà, poi, disponibile sul sito http://www.innovazionepa.it una dettagliata guida operativa (“Linee guida per i siti web della PA”) sulle modalità di attuazione dei nuovi obblighi imposti alle PP.AA., con particolare riguardo all’attività di monitoraggio che verrà espletata sui siti pubblici, al fine di valutarne periodicamente l’utilizzo, l’efficienza dei servizi e la relativa qualità.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi