Tag Archives: Debian

Cosino e la prototipazione rapida

CosinoDurante la mia più che decennale esperienza lavorativa con i sistemi embedded mi son trovato spesso davanti a sistemi egregi dal punto di vista hardware ma molto scarsi sulla dotazione software e/o di documentazione. Da una parte è stata per me una fortuna, ma è indubbio che chi non ha molta dimestichezza con un sistema GNU/Linux embedded possa trovare delle difficoltà a scrivere software, sebbene egli (o ella) sia un ottimo programmatore, se la distribuzione software non è adeguata; il che può portare ad un non completo sfruttamento delle potenzialità del sistema.

Spesso questi sistemi obbligano l’utente ad usare uno specifico l’inguaggio di programmazione oppure offrono pochi prodotti software già pronti all’uso come, ad esempio, server web (magari con supporto con supporto PHP), server per la gestione dei GPS, smart card, ecc.  o particolari librerie grafiche e/o audio/video già pronte.

Da oggi però c’è Cosino un sistema tutto italiano (ed in particolare toscano) nato proprio per semplificare lo sviluppo di nuovi prototipi mettendo a disposizione degli sviluppatori tutto il software e la documentazione di cui hanno bisogno.

Cosino, in pratica, è un sistema embedded chiavi-in-mano(TM).

Portare la BeagleBone su OpenWRT

openwrt logo

openwrt logoLa BeagleBone è una scheda embedded ben supportata da diverse distribuzioni (embedded e non), in primis da Openembedded ed anche da Debian (qui un mio precedente articolo che tratta dell’argomento BeagleBone & Debian).

Personalmente però (sarò controcorrente) ritengo OpenWRT molto più versatile e semplice da gestire. Ecco perché in questo articolo vi farò vedere come si può aggiungere, in maniera relativamente semplice, li supporto di questa scheda ad OpenWRT.

Nell’articolo darò per scontato che il lettore sappia come gestire GIT e come si scrive un Makefile.

Debian (armhf) su BeagleBone

beaglebone

beagleboneIn questo articolo faremo una breve prova su strada della nuova nata in casa BeagleBoard.org, la BeagleBone, installandoci su una Debian Wheezy (armhf).

La scheda è interessante perché supporta una nuova CPU super-scalar ARM Cortex-A8 (armv7a) a 720MHz con la quale è possibile usare il nuovo supporto ARM Hard Float (indicato con armhf). Inoltre a bordo ci sono diverse periferiche accessibili dal connettore d’espansione che la rendono molto versatile.

Le periferiche subiro accessibili sono: 1xUSB device (per la console), 1x USB host, 1x Ethernet e 1x microSD; mentre sul connettore di espansione ci sono 2x I2C, 5x UART, I2S, SPI, CAN, 66x 3.3V GPIO e 7x ADC.

Come prova su strada farò vedere come installare una distribuzione Debian su questa scheda ricompilandosi il bootloader e il kernel ed installando un rootfs minimale.

Touchpad Tapping & Scrolling in Debian GNU/Linux

In Debian Squeeze 6 (anche in Wheezy), il tapping è disabilitato di default: “(xserver-xorg-input-synaptics (in Squeeze) has tapping disabled by default for touchpads with one or more physical buttons; see /usr/share/doc/xserver-xorg-input-synaptics/NEWS.Debian.gz. For a list of available options, see synclient -l . Not all options are appropriate; for example, Elantech touchpads don’t report pressure, and many other touchpads don’t support multitouch.)” – http://wiki.debian.org/SynapticsTouchpad

Per chi vuole abilitarlo e utilizza il W.M. Fluxbox (e simili), la soluzione migliore e più semplice senza creare il file xorg.conf e inserire le giuste direttive, è quella di mettere i comandi direttamente nel file startup di Fluxbox.

Spotify sbarca in Italia e anche Linux

spotify

spotify

Spotify è arrivato anche in Italia da poco più di una settimana e finalmente si può ascoltare musica direttamente sul PC senza dover ricorre a mezzi illegali o acquistare mp3 dalle piattaforme online.

Tutto bello, ma su Linux? Niente paura hanno pensato anche a noi… si usa wine e per i sistemi Debian-like ci sono i repository da aggiungere.

Ok, proviamola…

Come installare un programma da una macchina Debian ad un’altra

Mi è capitato alcune volte di avere la necessità di eseguire il programma strace su di una macchina che presentava delle anomalie. Lavorando con distribuzioni Debian ridotte all’osso, ovviamente, il programma strace mancava e quindi non mi rimaneva che tentare di installarlo coi soliti comandi apt-get et similia…

Ma che succede se, al momento, la rete non è disponibile o, peggio, non si sa bene da quale repository remoto scaricare il pacchetto Debian con il programma che ci interessa?

La cosa più semplice, se si ha un’altra macchina della stessa architettura, è quella di copiare brutalmente l’eseguibile da una macchina all’altra. Operazione facile se il programma in questione è composto da un solo file, un po’ più complessa altrimenti..

Perché cross compilare quando si può compilare nativamente?

Lavorando con architetture diverse mi trovo spesso a dover utilzzare uno stesso pacchetto software su più piattaforme, nulla di speciale se si usano distribuzioni che lo supportano, ma la cosa diventa complicata se la distribuzione che abbiano non lo fa!

Molto spesso i sistemi embedded che si trovano in commercio vengono venduti con distribuzioni ad hoc (cioè ritagliate per l’hardware) le quali però non sempre supportano tutto il software che ci serve. In questo caso, quello che si può fare, è provare a cross compilare il software che ci serve per la nostra architettura; cosa però irta di difficoltà!

Questo perché le toolchain che ci vengono fornite sono spesso incomplete e, se anche non lo fossero, molto spesso succede che il pacchetto software che ci serve non è pensato per essere cross compilato. Tutti questi fattori rendono, alle volte, quasi impossibile la cross compilazione.

Ecco perché suggerisco ai miei clienti di abbandonare questa strada e di compilare nativamente; vediamo come e quali problematiche comporta.

Gimp, OpenOffice & C. su N900? Semplice con Debian!

N900debian-ss05

N900debian-ss05Che Maemo fosse versatile me ne sono accorto subito, ma l’idea di poter installare una Debian (con tutto il corredo software che si porta dietro) su di un N900 è veramente il massimo!

Avere OpenOffice sul cellulare, oppure potersi installare un qualsiasi pacchetto della versione ARM di Debian credo sia una cosa che nessun altro cellulare, al momento, offra.

La procedura è più lunga che complessa, quindi vediamo subito come si deve procedere e quali vantaggi offre.

Come creare un NFS server ridondante

Quelli che mi conoscono sanno che il mio ambito lavorativo è nei sistemi embedded e nell’Automazione Industriale ma, alle volte, mi metto la casacca di sistemista e cerco di risolvere alcuni problemi propri di questo settore dell’ICT.

In questi giorni mi è capitato di dover gestire dei server per un mio cliente ed in particolare mi son chiesto come potessi risolvere un problema di alta affidabilità (high reliability) per quanto riguarda un file server, in pratica mi son chiesto come si poteva realizzare un file server NFS che fosse a prova di rotture.

Mi son guardato un po’ in giro e poi ho trovato quanto segue…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi