Quanto sei influente sul web?

La presenza del proprio profilo su di un social network, la sua qualità e la sua quantità, rappresenta la reputazione digitale di ognuno. Ovviamente, essendo un dato numerico, è misurabile. Quindi: quanto sei influente sul web?

Non basta contare il numero di contatti su facebook o su twitter per misurare il tuo indice di gradimento. I veri protagonisti sono i Retweet, i messaggi, i “mi piace” e i commenti. Più gli altri interagiscono con te e più sei influente. C’è anche un programma che misura la reputazione digitale. È un servizio di social networking che dà un punteggio (Klout Score) da 1 a 100 analizzando proprio tutti questi parametri. Il programma si chiama Klout e rivela quale sia la reale portata dell’influenza.

È un software che analizza oltre 2,7 miliardi di dati tra contenuti e connessioni con 35 variabili, ed è capace di aggregare le attività degli utenti sulle piattaforme social e valutarle con un punteggio da 1 a 100 secondo tre criteri:

  1. True Reach: quante persone seguono ogni giorno i tuoi aggiornamenti (vengono misurati per twitter: followers, mutual follows, retweets totali, @mention totali, liste in cui si è presenti, followers di liste proprie; per Facebook: amici, commentatori unici, linkers unici).
  2. Amplification probability: quante volte i tuoi contenuti vengono riproposti e condivisi da altri utenti (per twitter: retweeters unici, tweets retweeted unici, percentuale di retweet, @mention senders unici, percentuale di @mention da parte dei follower; per Facebook: likes per post, commenti per post, inbound messages per outbound message, update count).
  3. Network influence: il numero di contenuti che vengono condivisi da utenti «influenti» (per twitter: followers delle liste di cui fai parte, @mention senders unici, retweeters unici, livello di influenza dei followers, livello di influenza dei retweeters e dei @mentioners; per facebook: livello di influenza degli amici , commentatori unici, likers unici, livello di influenza dei likers e dei commentatori).

Un esempio, per chiarire meglio, è questo: si possono avere 500 followers su Twitter e 400 amici su Facebook, ma se solo una cinquantina di loro sono realmente “influenzati” da quel che è postato da te, il punteggio Klout sarà basso. Quindi non basta aver un’infinità di amici ma bisogna interagire con loro.

In Italia il fenomeno è in crescita anche se le registrazioni sono ancora poche. Oltre all’aspetto vanitoso, però, a che cosa serve?

Controllare la propria influenza aiuta a capire l’indice di gradimento delle tue scelte. Ad esempio un ristorante può vedere se è realmente apprezzato dai clienti per cui decidere se continuare a proporre quei piatti o se invece conviene cambiare menu. Un’azienda potrà scegliere di assumere le persone più apprezzate dal web o ancora di farsi testare i prodotti da loro. Una persona fisica può monitorare la propria popolarità, ed essere agevolata nella ricerca di un lavoro o affermarsi nel mondo dei social network. Basti pensare che negli Usa, dove il servizio prende sempre più piede, Klout viene utilizzato come parametro dagli uffici del personale di grandi aziende per assunzioni e licenziamenti.

Attualmente le aziende iscritte sono circa quattromila (da Audi a Hewlett-Packard) e tante imprese offrono a chi ha alti punteggi klout, promozioni e sconti in cambio di opinioni su un prodotto. I social network e le piattaforme analizzate da Klout, otre a Twitter e  Facebook, sono: Foursquare, Instagram, LinkedIn, Youtube, Flickr, Blogger, Last.fm, Tumblr, Google+ e WordPress.

Allora, la tua reputazione digitale e la tua influenza sul web che misura avrà?

Chiaramente, ognuno individua i settori in cui è più influente e rielabora tutte le informazioni estraibili dai propri account per determinare la “tipologia di utente” in cui identificarsi:

  • Osservatore: l’utente che si limita a leggere i post degli altri condividendone solo qualcuno;
  • Curatore: l’utente che è solito ri-condividere tutto lo scibile virtuale;
  • Specialista: l’utente influente solo nel proprio settore;
  • Celebrità: l’utente più influente, un vero guru della rete.

Adesso vorrai sapere chi ha i punteggi più alti?  La classifica aggiornata allo scorso mese è la seguente: Bill Gates 74, Shakira 83, Britney Spears 86, Barack Obama 88, Lady Gaga 92.

Attenzione a quello che si scrive in rete, ne va della reputazione!

Su Vittorio D'Aversa

Consulente Tecnico Forense in materia Informatica.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi