LIM: la lavagna multimediale con il wiimote

wiimote

logo

LIM sta per Lavagna Interattiva Multimediale, ed è un progetto che, tramite l’uso del wiimote (il joystick senza fili della console Wii di Nintendo), vuole realizzare una lavagna elettronica interattiva. E’ possibile infatti interagire direttamente con quanto proiettato su di uno schermo utilizzando una penna ad infrarossi come se fosse un mouse. Vi suggerisco di vedere questo video realizzato dall’ideatore del progetto che illustra molto bene quello che si può fare.

Uno dei punti di forza di questo progetto è senz’altro il costo, con neanche 200€ si può avere tutto quello che serve per avere la propria lavagna interattiva multimediale perfettamente funzionante! La Proteons, infatti, ci offre un kit completo per soli 179€!

Non vi nascondo che in rete potrete trovare tutta una serie di indicazioni sul come realizzarvi da soli questo kit in modo da abbassare ulteriormente il costo di tutto il sistema, ma per chi non vuole perdere tempo ad usare il saldatore il kit della Proteons mi sembra un buon compromesso qualità, prezzo/tempi di operatività.

Ma diamo un occhiata a come funziona questo sistema e cosa c’è nel kit..

Se decidiamo di comprare il kit deminato KIT01 ci verrà consegnato direttamente a casa nostra:

  • una penna con attivazione nel puntale
  • un pennarello con attivazione laterale
  • un supporto con puntatore laser
  • un treppiede
  • una chiavetta Bluetooth dedicata
  • un alimentatore di rete per il telecomando
  • un telecomando Wii Remote Nintendo
  • software di connessione

naturalmente poi ci serve un computer e, a seconda di dove vogliamo visualizzare i nostri contenuti, di un proiettore o di una TV con display grande.

Una volta montato il wiimote come illutrato qui, basta puntarlo verso il proiettore (o la TV) e quindi passare all’installazione del software nel computer.

In questo articolo vi farò vedere come si installa il software per Windows (poiché questo è il sistema supportato dalla Proteons), ma in un prossimo articolo vi farò vedere come si può fare la stessa cosa anche con Linux.

Connetere il wiimote

wiimoteUna volta alimentato il wiimote basta utlizzare la chiavetta bluetooth in dotazione (o un qualsiasi sistema bluetooth eventualmente già presente nel computer) e lanciare il programma LD.

Il tutto avverà automaticamente, premete contemporaneamente i pulsanti 1 e 2 del wiimote e dopo qualche secondo vedrete che questo si sincronizzerà con il vostro PC.

A questo punto Windows vi dirà che avete un nuovo hardware e la connessione è stabilita.

Calibrazione della lavagna

Ora dobbiamo calibrare la lavagna per fare in modo che la posizione del puntatore sul display corrisponda alla posizione della penna ad infrarossi.

Per questa operazione possiamo utilizzare il tool smoothboard presente nel pacchetto software del kit. Utilizzarlo è semplice, fate clic sul pulsante Quick Calibration e quindi puntate la vostra penna sui quattro bersagli che appariranno nei quattro angoli dello schermo.

Se avete fatto tutto bene la vostra penna ad infrarossi verrà riconosciuta come un normale puntatore e la potrete usare per aprire/chiudere applicazioni, scrivere sullo schermo, muovere le finestre, ecc..

Un’altra interessante caratteristica di questa applicazione è la possibilità di simulare tutta una serie di altre funzionalità, tra cui, la più importante, quella di simulare la pressione del tasto destro del mouse. Infatti se si fa clic in un area esterna allo schermo, come riportato nella figura qui sotto, si dice al sistema che la prossima pressione sarà quella di un tasto destro. Questo permette di sfruttare al massimo le potenzialità del sistema.

smoothboard

Esistono poi tutta una serie di tool ed applicazioni extra che possono essere utilizzate per migliorare la versatilità della nostra lavagna multimediale, ma per un elenco esaustivo e gli esempi di installazione/utilizzo vi rimando al pratico ed utile manuale di installazione ed uso della Proteons.

Su Rodolfo Giometti

Ingegnere informatico libero professionista ed esperto GNU/Linux offre supporto per: - device drivers; - sistemi embedded; - sviluppo applicazioni industriali per controllo automatico e monitoraggio remoto; - corsi di formazione dedicati. Manutentore del progetto LinuxPPS (il sottosistema Pulse Per Second di Linux) contribuisce attivamente allo sviluppo del kernel Linux con diverse patch riguardanti varie applicazioni del kernel e dispositivi (switch, fisici di rete, RTC, USB, I2C, network, ecc.). Nei 15+ anni di esperienza su Linux ha lavorato con le piattaforme x86, ARM, MIPS & PowerPC.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi