Le PA e gli incarichi professionali sotto i 100.000€

Di tanto in tanto le pubbliche amministrazioni (ed in particolare comuni, provincie, ecc.) fanno un avviso pubblico per la formazione di elenchi di professionisti per il conferimento di incarichi professionali di imposto stimato inferiore a 100.000€ secondo gli articoli 90 e 91 el decreto legislativo 163 del 12 aprile 2006.

Questi incarichi possono interessare la progettazione, la direzione dei lavori, la coordinazione della sicurezza in fase di progettazione e/o di esecuzione dei lavori, il collaudo tecnico, ecc. di una serie di lavori a cui le pubbliche amministazioni posso essere interessate.

Fino ad ora non avevo mai preso in considerazione questi avvisi perché li pensavo (sbagliando) rivolti alle opere del settore civile (fabbricati, scuole, strade ecc.) ma, in realtà, le pubbliche amministrazione hanno anche bisogno di lavori che riguardano il settore dell’informazione, e allora perché non iscriversi?

Ecco alcuni consigli pratici sulle modalità di iscrizione e su come far presente alle varie pubbliche amministrazioni che hanno l’obbligo di iscrivere in questi elenchi anche noi professionisti del terzo settore!

Innanzi tutto tenete ben presente che quanto andrò ad illustrare vale solo per gli iscritti all’Ordine degli Ingegneri di una data provincia. Questo non perché voglia escludere tutti gli altri, ma semplicemente perché sto raccontando quello che ho fatto io e non posso prendere in esame tutti i casi possibili!

Se qualcuno dei miei lettori vuole raccontare la sua esperienza di iscritto ad un altro Ordine professionale e non, è liberissimo di farlo su questo portale, la procedura per proporre un articolo è ben nota a tutti. Quindi fatevi sotto! :)

I vari avvisi provenienti dalle PA riguardanti questi argomenti vi dovrebbero arrivare dalla segreteria del vostro Ordine. A me arrivano via e-mail e semplicemente rimandano al sito del comune.

Una volta che avete scaricato la domanda di iscrizione e i vari documenti ad essa associati (di solito in forma di allegati) verificate se nel modulo da compilare è previsto il settore (o i settori) dell’informazione a cui siete interessati. Molto probabilmente non li troverete, questo (purtroppo) è la normalità poiché il terzo settore non è molto considerato… ma voi non vi scoraggiate, prendete nota del Responsabile del Procedimento (che ci deve essere per legge) e contattatelo facendogli presente che nel modulo di domanda del comune non è presente il vostro settore di specializzazione e chiedetegli come fare per integrare l’elenco. Io ho fatto così e nel giro di poche ore il Responsabile mi ha risposto dicendo che potevo aggiungere io a mano i settori che mancavano, avrebbero poi provveduto loro a classificarli in maniera opportuna per il futuro! Vittoria! E senza nemmeno fare la voce grossa, basta chiedere con cortesia. ;)

Nel caso però non foste così fortunati come il sottoscritto vi invito a riportarmi quanto accaduto in modo da coordinare un’azione di «persuasione» più incisiva! Trovate tutti i requisiti per l’inserimento in questi elenchi al comma 1, lettere d), e), f), g) e h) dell’art. 90 del D.Lgs. n°163/2006.

A questo punto la strada e in discesa, riempite i vari moduli richiesti (fate attenzione che molto spesso la domanda la dovete fare usando quei moduli e non documenti fai-da-te; pena l’esclusione), aggiungete eventualmente il vostro curriculum e quindi spedite il tutto all’indirizzo presente sul bando via raccomanda A/R.

Io l’ho appena fatto per il comune di Larciano (PT), appena avrò i risultati vi farò sapere com’è andata.

Su Rodolfo Giometti

Ingegnere informatico libero professionista ed esperto GNU/Linux offre supporto per: - device drivers; - sistemi embedded; - sviluppo applicazioni industriali per controllo automatico e monitoraggio remoto; - corsi di formazione dedicati. Manutentore del progetto LinuxPPS (il sottosistema Pulse Per Second di Linux) contribuisce attivamente allo sviluppo del kernel Linux con diverse patch riguardanti varie applicazioni del kernel e dispositivi (switch, fisici di rete, RTC, USB, I2C, network, ecc.). Nei 15+ anni di esperienza su Linux ha lavorato con le piattaforme x86, ARM, MIPS & PowerPC.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi