Intervista esclusiva a Mageia Linux

logo

mageia logoLa Presidente dell’Associazione MAGEIA.ORG, Anne Nicolas, in questa intervista esclusiva, risponde alle nostre domande sui temi del progetto Mageia e della nuova prossima distribuzione Linux omonima.

[FB: Fabio Bronzini, AN: Anne Nicolas]

Buongiorno Sig.ra Anne NICOLAS,

FB: E’ un piacere poter parlare con Lei del progetto MAGEIA Linux, una nuova distribuzione del panorama Linux derivata da un fork della più conosciuta Mandriva Linux. E’ un nuovo progetto che si annuncia molto interessante e che sarà presto disponibile sul web. Dietro c’è il lavoro di una comunità totalmente indipendente dalla società Mandriva, una vera comunità opensource e non il prodotto di una società commerciale. Potrebbe descriverci rapidamente (per i lettori di Consulenti ICT Italia) l’evoluzione del progetto Mageia e dell’associazione Mageia?

AN: Il progetto MAGEIA annunciato in Settembre 2010, dispone oggi di un’ associazione a scopo non di lucro, creata sotto la legge francese. Questa associazione ha per vocazione di costituire il guscio giuridico e di gestione per il progetto. La dirigenza dell’associazione sarà rieletta da una elezione che avrà luogo durante il FOSDEM 2011 a Bruxelles. La direzione sarà eletta dai fondatori del progetto Mageia (schema: http://mageia.org/wiki/doku.php?id=org) e sarà composta da 6 a 8 persone responsabili della perennità di progetto attraverso i suoi valori, i suoi orientamenti e le sue missioni. Essa avrà ugualmente per compito il coordinamento del lavoro in seno al Consiglio e la gestione dei potenziali conflitti (che speriamo saranno il meno numerosi possibili).

In parallelo le differenti squadre che compongono il progetto si organizzano e degli incontri regolari hanno luogo per animare, organizzare intorno a un calendario comune: traduttori, packagers, marketing, artwork, ordinamento e presto QA. Il progetto avrà successo e i cambiamenti che hanno avuto luogo in seno a ogni squadra sono per noi il riflesso della motivazione dell’interesse che segue l’annuncio di Settembre. La prima tappa importante sarà la pubblicazione della prima ISO Alpha che si dovrebbe concretizzare.

FB: Come collaboratore del Blog italiano ufficiale di Mageia (blog.mageia.org/it) io ho avuto il privilegio di seguire l’evoluzione del vostro progetto e gli ultimi comunicati dell’associazione Mageia, che è stata costituita in Francia e dichiarata il 7 Ottobre 2010, registrata ufficialmente a Parigi, secondo la “Legge 1901”. Questa associazione francofona (MaGEIA.ORG) ha avuto la fortuna di poter rapidamente coordinarsi a livello mondiale in un progetto che è rapidamente cresciuto grazie alle numerose offerte libere e l’aiuto di una reale comunità globale. In cosa questo progetto innovativo sarà più libero e indipendente o più avanzato della distribuzione d’origine, Mandriva Linux?

AN: Mageia non si appoggia su una impresa ma una associazione per finanziare, organizzare e condurre il progetto. Non è quindi sottomesso alle necessità commerciali e di sopravvivenza di una impresa. Certo il finanziamento del progetto costituisce una necessità ma secondo i bisogni chiaramente enunciati. La Gouvernance del progetto è stato concepita di tale maniera che non è un apporto di fondi che procurerà un diritto specifico a esprimersi nel progetto ma è bello e bene il merito che permetterà a un contributore di accedere al consiglio o alla direzione. Questo merito sarà stato messo in evidenza dai suoi pari in seno a una o più squadre di Mageia.

Le proposte di contribuzione registrate da Settembre testimoniano l’ampiezza di risorse umane che si offrono al progetto e le loro motivazioni. Si tratta di un elemento essenziale per far vivere un progetto tale come Mageia o Mandriva. La vivacità della comunità e l’accoglienza favorevole ci fanno dire che le prospettive annunciate sono più che positive. Noi abbiamo già registrato molti miglioramenti particolarmente a livello di costruzione del sistema e dell’organizzazione delle differenti comunità locali.

FB: Una prossima versione Alpha della nuova distribuzione sarà disponibile nelle prossime settimane, in vista anche del prossimo FOSDEM di Bruxelles (5,6 Febbraio 2011), un avvenimento europeo dedicato ai prodotti liberi-OpenSource, dietro questo risultato c’è il lavoro di squadra di un gran numero di contributors rappresentanti di diversi paesi. Gli ultimi post del blog Mageia ci informano che la nuova distribuzione sarà prossimamente disponibile, anche se (se ho ben capito), non si tratta ancora della versione finale “Mageia 0” che dovrebbe, essa, essere disponibile a fine Marzo 2011, è vero?

AN: Infatti. Noi abbiamo quasi terminato il bootstrap della distribuzione. Il bootstrap è una operazione complessa che consiste nel ricompilare la base del sistema con i binari che costitueranno la base della distribuzione. Questa operazione ci permette al passaggio di ripulire i pacchetti (correzione di dipendenze, bugs di compilazione…) e i sorgenti di sviluppo come le utilità di configurazione che dispongono di archivi sottomessi al copyright di Mandriva.
Noi insistiamo molto sul fatto che questa prima Alpha non sarà in alcun modo destinata ad essere utilizzata su una macchinadi produzione e sarà piuttosto riservata agli utilizzatori consapevoli che seguono da vicino lo sviluppo di Mageia. Questa sarà evidentemente disponibile pubblicamente à tutti. Essa ci permettera di realizzare i primi test d’installazione, di riconoscimento del materiale e del buon funzionamento del sistema di base. Essa non disporrà del design definitivo, è quindi molto importante sottolinearlo per non suscitare delle delusioni :).

FB: Le numerose innovazioni della distribuzione Mageia ne faranno probabilmente IL prossimo prodotto degno d’interesse di quest’anno 2011. Recentemente il progetto Mageia ha aderito all’ OIN – Open Invention Network, che cosa può dirci a proposito dell’OIN?

AN: Infatti noi siamo stati contattati da loro per proporci di aderire. In vista degli obiettivi perseguiti dall’ OIN, noi abbiamo pensato que questa adesione entrava nella giusta linea dei valori di Mageia, che sarebbe la volontà di seguire i principi del software libero (opensource) e di difenderli. Il contesto attuale ci mostra che le evoluzioni potenziali in seno all’ecosistema del Libero (opensource) possono disturbare il suo sviluppo. Noi pensiamo che questa adesione all’OIN permette di garantire la fiducia, l’innovazione libera e la crescita all’interno della pila Linux prendendo una posizione collaborativa e difensiva contro i brevetti sui software.

FB: Un logo ufficiale è stato recentemente scelto e selezionato dalla comunità Mageia (dopo una selezione di 430 idee), opera di Olivier Faurax, è un primo passo verso una distribuzione democratica e completamente opensource?

AN: Infatti. Noi contiamo sottomettere l’insieme dell’artwork di Mageia sotto licenza libera per rendere il progetto coerente con i suoi valori. Questo non significa che si faccia qualsiasi cosa in termini d’uso. Le squadre marketing e artwork lavoreranno a regolare gli usi degli elementi rappresentanti Mageia (logo, carattere, …) in modo che il progetto disponga di una vera identità. Il processo di scelta del logo è iniziato con una consultazione globale. Certo la scelta finale non conviene senza dubbio a tutti ma rappresenta quella che ha ottenuto il più largo consenso. Noi speriamo di applicare questo processo a tutte le scelte che dovranno essere operate durante la vita del processo.

FB: In attesa dell’uscita della prima versione di Mageia Linux, io consiglio ai nostri lettori un giro sul sito/blog ufficiale del progetto Mageia (www.mageia.org) per maggiori informazioni e gli aggiornamenti a venire e La ringrazio molto cordialmente per la sua disponibilità per questa intervista.

AN: Grazie a voi, noi speriamo realmente fornire una distribuzione di qualità e un progetto nel quale ciascuno possa esprimersi e progredire.

 


Traduzione in lingua italiana a cura di Fabio Bronzini.

Si ringrazia la Sig.ra Anne Nicolas per la gentile disponibilità.

Su Fabio Bronzini

Consulente Informatico - Tecnico Sistemista e Programmatore fin dai primi anni 90 - Esperto in ambito Networking (reti LAN, Wireless e Sicurezza Informatica) - Esperienza maturata in ambiente Windows e Linux - Collabora con alcune riviste d'informatica e aziende IT

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi