Gobby: l’editor collaborativo

gobby_logo

gobby_logoQuante volte vi sarà capitato di dover dire come modificare un file di testo ad una o più persone… se le persone sono tutte nella stessa stanza, bene, ma se non ci sono la cosa diventa un po’ più complicata.

La soluzione potrebbe essere, ad esempio, quella di avere un editor di testi con una chat incorporata in modo da poter dire-e-far-vedere cosa e come modificare nel testo. A questo pensa gobby!

Gobby gira su Windows, Linux, Mac OS X e altre piattaforme UNIX-like e permette di condividere uno o più file di testo con uno o più interlocutori, inoltre, nella parte bassa dello schermo, gobby mette a disposizione dell’utente una finestra con cui chattare con gli altri partecipanti.

La caratteristica interessante del programma è che tutte le modifiche, che un partecipante fa sul lavoro collaborativo, vengono viste in tempo reale anche da tutti gli altri evidenziando il testo con dei colori scelti dai partecipanti.

Ma vediamo come.

Innanzi tutto per installare gobby (da ubuntu) basta che diate il solito comando:

$ sudo aptitude install gobby

una volta finito creiamo il file di esempio test.c con dentro il seguente testo (il solito Ciao mondo in C):

#include <stdio.h>

int main(int argc, char *argv[])
{
        printf(“Ciao mondo!n”);

        return 0;
}

Poi lanciamo gobby come segue:

$ gobby test.c

Dovremmo ottenere quanto riportato in figura.

gobby_ss1

Ora avete due possibilità:

  1. o i vostri interlucutori stanno tutti dentro la stessa LAN, ovvero
  2. almeno uno di loro è esterno alla vostra LAN.

Nel secondo caso (che non tratterò qui) dovete avere un server esterno che permetta la condivisione dei file e verso il quale i vari partecipanti si possono collegare. Per fare questo potete, su ubuntu, usare il pacchetto sobby.

Nel primo caso invece le cose sono più semplici, basta infatti che da un’altra macchina un altro utente lanci gobby (senza specificare file questa volta) per ottenere quanto illustrato in seguito.

gobby_ss2

Come si vede gobby ha trovato un’altra istanza nella LAN e presenta già alcuni parametri di default. Nel mio caso quindi basta che faccia click su OK per ottenere il collegamento.

A questo punto se faccio clic sul pulsante Document List ottengo la lista dei documenti condivisi e mi basta allora fare doppio clic sul documento che voglio vedere.

Nel nostro esempio abbiamo solo il documento test.c e quindi faccio doppio clic su quello. Ora le due sessioni di gobby vedono lo stesso file! Ma non solo, se uno dei due tenta di modificarlo, le modifiche vengono viste dagli altri partecipanti, come riportato di seguito.

gobby_ss4

Da notare anche la finestra in basso, dove vengono riportati vari eventi di connessione/disconnessione, e che si può utilizzare come chat per scambiarsi commenti sul documento.

Su Rodolfo Giometti

Ingegnere informatico libero professionista ed esperto GNU/Linux offre supporto per: - device drivers; - sistemi embedded; - sviluppo applicazioni industriali per controllo automatico e monitoraggio remoto; - corsi di formazione dedicati. Manutentore del progetto LinuxPPS (il sottosistema Pulse Per Second di Linux) contribuisce attivamente allo sviluppo del kernel Linux con diverse patch riguardanti varie applicazioni del kernel e dispositivi (switch, fisici di rete, RTC, USB, I2C, network, ecc.). Nei 15+ anni di esperienza su Linux ha lavorato con le piattaforme x86, ARM, MIPS & PowerPC.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi