Professionisti & Consulenti ICT - Italia

Il portale dei Professionisti & Consulenti ICT Italiani! Leggi tutto »

 

Category Archives: Tecnologia

Cosino Enigma, il sistema GNU/Linux cifrato, al SAVE 2014

L’HCE Engineering Srl è lieta di invitare tutti i nostri lettori al SAVE 2014 che si terrà al Centro Congressi Palaexpo di Verona il 28-29 ottobre dove verrà presentata al grande pubblico la nuova scheda Cosino Enigma, interamente progettata e realizzata in Italia che, oltre ad essere un sistema industriale ad alta tecnologia, ha come sua principale caratteristica il supporto Secure Boot, cioè la possibilità di eseguire, sin dalle prime fasi boot, un sistema GNU/Linux completamente cifrato!

Shellshock: come proteggersi

L’ultima vulnerabilità di Bash chiamata Shellshock (maggiori info su CVE-2014-6271 e CVE-2014-7169) è abbastanza grave perché quasi tutti i sistemi UNIX-like usano Bash come shell di sistema. Percui proteggere il proprio server da questo attacco è un must per qualsiasi amministratore degno di questo nome!

Vediamo quali sono i comandi necessari a risolvere questo problema per le macchine su cui gira il sistema Debian (per Ubuntu è praticamente la stessa cosa).

Finalmente LINUTOP OS anche su Raspberry PI!

Come annunciato una settimana fa, il sistema operativo Linutop OS, dell’omonima società parigina, è stato finalmente realizzato nella versione compatibile con il piccolo mini-computer “inglese” Raspberry PI: seguo i prodotti Linutop fin dal 2010, mi sono occupato di scrivere varie recensioni in italiano sui primi Linutop PC e attendevo da tempo un “porting” di questi software anche sulla piattaforma ARM del Raspberry PI.

Linutop OS finalmente per RASPBERRY PI!

Data la compattezza del prodotto hardware con il nuovo Linutop for RASPI sarà possibile realizzare economiche postazioni multimediali senza rinunciare alle potenzialità grafiche e di calcolo che hanno reso celebre in meno di 2 anni il progetto hardware inglese.

Quando il cliente complica il lavoro del consulente…

Recentemente sono intervenuto presso una Piccola-Media-Impresa che lamentava problemi legati alla loro rete LAN, trovando una situazione critica pregressa dove alcuni PC accedevano al Server tramite una non robusta connessione Wireless oltre che contemporaneamente alla rete Internet, in particolare il cliente lamentava problemi a seguito della sostituzione gratuita del proprio modem-router avvenuta tramite il tecnico di zona inviato dal proprio provider Internet (solo per l’installazione e assistenza sul nuovo apparato).

Il cliente ha contattato me dopo aver fatto prove “fai da te” sul funzionamento del segnale wireless e l’accesso alle cartelle condivise sul Server: io ho trovato una situazione evidente di scarsa valutazione della sicurezza informatica da parte dell’impresa che ha banalizzato l’impianto LAN condividendo un’unica connessione wireless sui vari pc, oltre all’anomalia di trovare un Server non dotato di software antivirus, un altro errore evidente.

Integrazione di Skype in Outlook

L’acquisizione di Skype da parte di Microsoft avvenuta nel 2011 continua a portare nuovi servizi all’utenza mondiale. Accedendo tramite web al proprio account su Outlook.com, ciascun utente ha la possibilità di chattare, chiamare e videochiamare i propri contatti Skype senza dover lasciare l’inbox.

Microsoft ha annunciato ufficialmente che il servizio sarà disponibile per tutti, e non solo  per gli utenti di Stati Uniti, Inghilterra, Canada, Germania, Francia e Brasile che lo hanno già sperimentato.

Per usufruire dell’integrazione di Skype in Outlook.com, gli utenti devono collegare il proprio account Skype a quello di Microsoft in modo da poter aggiungere i contatti Skype a quelli di Outlook.com e scaricare e installare un apposito plugin che consente di abilitare l’integrazione del servizio.

OpenID Connect Standard. Riparte il cloud?

Che il mondo cloud, da sempre, non decolli anche a causa delle non chiare tecnologie e responsabilità che vi girano attorno è ormai una affermazione riconosciuta da tutti.

Ed è su queste affermazioni che prende forma e sostanza OpenID Connect Standar un protocollo per garantire una gestione trasparente e sicura delle autenticazioni sia agli utenti che alle aziende e ai siti interessati ad adottare la nuova tecnologia.

Il tutto è opera della OpenID Foundation che ha annunciato la nascita di questo standard che ha come scopo quello di classificare, mettere insieme e gestire le connessioni autenticate esistenti sul web.

Purtroppo, dietro questa idea si è subito mosso il mercato e quindi invece di fare dello standard un punto di partenza, altre aziende si stanno muovendo per creare il loro standard sulle autenticazioni, ed è quindi prevedibile che sarà il caos, anche perché alcune delle filosofie messe in campo sono anche in “guerra” fra di loro.

E’ nato bitcoin. Hanno rubato Bitcoin!

Cosa sono i Bitcoin?

Se vogliamo molto semplice rappresentano l’equivalente del contante di Internet, ed attraverso questi si ha la possibilità di spedire gli stessi Bitcoin attraverso la rete a chiunque senza usufruire del servizio dell’intermidiario.

Viene quindi abbastanza semplice pensare quali siano i servizi di cui si può usufruire attraverso l’utilizzo di questa moneta elettronica, due su tutti.

Naturalmente spedire e trasferire denaro in tutto il mondo.

La si può usare per vendere su Internet.

Messa cosi sembra la panacea di tutti i mali ed invece ad ogni giorno il percorso diventa sempre più accidentato, dovendo combattere sia legalmente, messe al bando nazionali, sia a livello informatico, sarà pure virtuale ma dietro ci sono soldi veri.

Che le cose non andassero veramente bene a livello informatico lo si è appreso ufficialmente dopo che anche MT.Gox ha bloccato i prelievi per tutti gli utenti, apparentemente a causa di un bug che mette al rischio l’intero mercato dei BTC.

Come controllare i punti della patente di guida?

Un mio cliente dopo la notifica di verbale di accertamento della polizia municipale, comunica attraverso il modulo i dati della patente di un suo amico che era il conducente al momento dei fatti.

Si è visto però recapitare una lettera del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti che lo informava della decurtazione punti!

Mi chiedeva allora come poter avere notizie riguardo il saldo punti  sulla sua patente di guida e come far rilevare l’errore del Comando di Polizia che aveva comunicato erronamente i suoi dati.

Valutare la sicurezza it

Sempre di più il mercato si accorge che anche le PMI hanno bisogno di una seria politica di sicurezza, naturalmente valutandone i costi e riportando sulla bilancia della sicurezza il giusto equilibrio tra sicurezza, soluzioni e costi.

Le piccole e medie realtà, sono a volte (ultimamente spesso) nell’occhio del ciclone sicurezza informatica perché prese di mira per far partire  un attacco verso un’azienda partner, nell’ottica di sfruttare gli eventuali punti deboli nella catena del valore.

Oggi si da molto peso alla regola che le aziende più piccole investendo meno in sicurezza  dispongono di sistemi meno accurati sul versante della sicurezza.

Studi di settore dimostrano che purtroppo solo poco più del 5 % viene destinato dalle aziende al settore sicurezza informatica, ne viene quindi che molte aziende non riescono a coprire e mettere in sicurezza tutti gli asset aziendali.

Queste notizie purtroppo trovano conferma in una ricerca condotta nel corso dell’anno in Inghilterra, dalla quale si evince che oltre 85% delle piccole aziende di tutti i settori ha dovuto registrare nell’anno precedente  (2012) molti e variegati problemi di sicurezza, ma soprattutto ha verificato che tale trend è in crescita del 10 % rispetto all’anno precedente.

Visti questi dati vediamo adesso come e dove dovrebbero intervenire le aziende per cercare di mettere a frutto i propri investimenti in sicurezza informatica o come purtroppo ancora spesso accade su cosa dovrebbe partire un azienda per mettere in sicurezza i propri dati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi