Professionisti & Consulenti ICT - Italia

Il portale dei Professionisti & Consulenti ICT Italiani! Leggi tutto »

 

Category Archives: Hardware

Com-Server

Il Com-Server (articolo 58665) offre in uno spazio ridotto tutto ciò che serve per il collegamento di un’interfaccia seriale alla rete. La comunicazione seriale può essere commutata tra gli standard RS-232, RS-422 e RS-485.

I parametri seriali e di rete vengono impostati mediante il web-server integrato oppure mediante Telnet, ARP/RARP, SNMP.

Le caratteristiche più importanti sono:

  • Velocità seriale fino a 115 e 230,4 kBit/s.
  • Collegamenti alla rete: 10/100BT autosensing.
  • Alimentazione  da Power over Ethernet IEEE 802.3af o da alimentatore esterno 24-48V con collegamento a morsetto.
  • Conforme agli standard per ambienti industriali, disponibile la versione certificata UL.
  • Versione con uscita seriale 20mA/TTY.

Termoigrobarografo Web PoE 57613

Il termoigrobarografo web PoE 57613 offre tutto ciò che serve per acquisire, monitorare, controllare la temperatura, l'umidità dell’aria e la pressione atmosferica.

Grazie alla gestione Web integrata tutte le funzioni sono a portata di mouse. I valori misurati dal termografo possono essere visualizzati direttamente nel browser con autoaggiornamento.

Sempre tramite browser i valori di temperature datalogger memorizzati possono essere scaricati come file CSV e quindi leggibili da foglio elettronico o database, oppure visualizzati in forma tabellare.

Il termometro può inviare delle mail di allarme al verificarsi di determinate condizioni (es. superamento di una certa temperatura).

Distribuzione in Corrente Continua dei Data Center

Da qualche tempo si sente parlare dell’utilizzo della Ccorrente Continua (CC) per la distribuzione dell’energia nei Data Center. Quali sono le motivazioni che hanno spinto a considerare la CC l’alternativa alla Corrente Alternata (CA)?

Con il crescente bisogno di immagazzinare dati, insieme alle necessità di gestire reti sempre più complesse ed estese, il fabbisogno energetico è cresciuto di pari passo. Per fare un piccolo esempio, si pensi che un data center consuma circa 14/15 volte la quantità di energia a metro quadro rispetto a un comune edificio adibito a uffici.

Ogni risparmio attuato attraverso l’incremento dell’efficienza energetica, si ripercuote sul portafogli dell’azienda e anche sulle emissioni di CO2 emesse nell’atmosfera. L’eliminazione dei trasformatori negli impianti in CA, permettere di ottenere un’aumento di circa il 10-20% in termini di efficienza energetica, dovuto alla riduzione di perdite elettriche.

WODE, l’emulatore DVD per la Wii

wode jukebox

wode jukeboxQualche giorno fa mi è capitato di sfidare mio cognato ad una partitella a tennis sulla mia fida Wii e mi son accorto che il DVD contenete il gioco era rovinato! Non vi dico il disappunto… poi mi son imbattuto nel WODE e mi son reso conto che non tutto è perduto!

Il WODE è un emulatore del DVD della Wii, infatti il nome sta per Wii Optical Driver Emulator, e permette di utilizzare una qualsiasi ISO memorizzata su di un hard disk esterno proprio come se usaste il vostro DVD… ma quello che secondo me rende molto interessante il prodotto è:

  1. non occorre modificare la vostra Wii con pericolose saldature, e
  2. dentro c’è un vero e proprio sistema Linux-based!

Il WODE non è altro che una piccola scheda che va inserita tra il DVD e la scheda madre della Wii. Questa operazione può presentare qualche problema ma nulla a che vedere al fatto di dover usare un saldatore…

ASUS U36SD il notebook in soli 19mm

ASUS U36SD

ASUS U36SDLa concorrenza al più blasonato della “mela” si fa agguerrita specie nell’ultimo periodo dove i tablet sembrano rosicchiare importanti fette di mercato ai notebook, ma gli ultrasottili resistono ed oggi la nostra recensione è sull’ASUS U36SD.

Certo quello che balza immediatamente è lo spessore, solo 19 mm per un notebook con ottime prestazioni e materiali.

Tra i punti di forza la nuova tecnologia Super Hybrid Engine, una tecnologia in grado di intervenire sul processore risparmiandolo quando non serve potenza e viceversa, questa consente di risparmiare notevolmente sulla batteria. Quest’ultima con 8 celle è di lunga durata, infatti raggiunge tranquillamente le 8/10 ore di autonomia, insomma pane per i denti per un consulente ict sempre in movimento.

Linutop4 PC

picture

pictureIl produttore francese Linutop, con sede a Parigi, ha annunciato il nuovo modello di mini PC Linutop4 basato su Cpu Intel ATOM 1.6 ghz N270, 1 Gb di Ram (espandibile a 2 gb), memoria flash da 2 gb (con Linutop OS 4 preinstallato) integrata ed espandibile ulteriormente (è possibile installare un hd 2,5 pollici sata opzionale tramite apposito hd kit).

Presentato in Francia, durante l’ultimo salone nazionale “Solutions Linux Paris 2011, è un simpatico e innovativo prodotto che si posiziona nella fascia di mercato dei mini PC compatti eco-green compatibili e per usi molteplici, tra cui le postazioni Internet a basso costo di manutenzione generale; in un video ufficiale (disponibile su YouTube) è possibile vederlo.

E’ un aggiornamento hardware del precedente Linutop3 PC su cui era stata sviluppata l’ultima release dell’omonimo Linutop OS 4.0 (derivato da Ubuntu Linux 10.04), nella release precedente del prodotto, il Linutop3 PC era basato su un cpu meno potente, il Via C7 1 Ghz in vendita fino a qualche settimana fa ed oggetto di un mio speciale articolo (alcuni mesi fa) per un’altra rivista italiana del settore.

Boxee Box: la TV facile di D-Link

Boxee-Box-D-Link

Boxee-Box-D-LinkGrazie alla D-Link possiamo presentare un nuovo gioiello della tecnologia: il media center Boxee Box.

Come si vede dalla foto il Boxee Box è senz’altro un dispositivo che attira l’attenzione per la sua forma strana (assomiglia infatti ad un cubo che è inserito per una parte nel suolo); ma la vera meraviglia sta dentro! Il Boxee Box infatti ha al suo interno:

  • CPU ATOM;
  • Reti Wireless 802.11n e ethernet;
  • Slot SD card;
  • 2 porte USB;
  • Porte audio ottiche e composite Dolby Surround 5.1;
  • HDMI per video fino HD 1080p;
  • telecomando double face con tastiera qwerty.

Niente che dire, una configurazione hardware di tutto rispetto per un media center che sta in una mano! Sì, perché sebbene in fotografia sembri grande, in realtà le dimensioni del Boxee Box sono davvero ridotte: circa 11x11x11cm!

Sviluppare codice per Arduino dalla command line

arduino_uno

arduino_unoArduino Uno è un micro controllore basato su CPU ATmega328; si alimenta via alimentatore esterno o via USB ed ha a bordo 2KB di SRAM, 32KB di flash, una EEPROM da 1KB, 14 GPIO (di cui 6 possono funzionare come PWM) e 6 ingressi analogici. Insomma, tutto quello che ci serve se vogliamo giocare un po’!

In questo articolo, oltre a presentarvi il prodotto, vi farò vedere come si possa agilmente sviluppare software per Arduino direttamente dalla command line di un sistema GNU/Linux (Ubuntu nello specifico), cioè senza per forza utilizzare l’ambiente grafico (basato su JAVA) che viene fornito dal produttore.

Implementare una LIM con Linux

mario-tux

mario-tuxCome promesso rieccomi qui per illustrare come realizzare una LIM (che ricordo sta per Lavagna Interattiva Multimediale) con un sistema Linux, in particolare usando una Ubuntu.

Come kit base ho usato quello dell’azienda Proteons (compatibile però solo con Windows) di cui ho già parlato in un mio precedente articolo. Infatti, tutto il materiale che ricevete a casa, a parte il software, ovviamente, può essere benissimo riciclato ed usato con il vostro sistema Linux!

Per quanto riguarda il software invece, e per nostra fortuna, Ubuntu ci dà una mano essendo una distribuzione molto fornita riguardo a software di corredo, quindi installare ed rendere operativo la nostra LIM sarà una operazione velocissima anche con Linux!

Vediamo come.

LIM: la lavagna multimediale con il wiimote

wiimote

logo

LIM sta per Lavagna Interattiva Multimediale, ed è un progetto che, tramite l’uso del wiimote (il joystick senza fili della console Wii di Nintendo), vuole realizzare una lavagna elettronica interattiva. E’ possibile infatti interagire direttamente con quanto proiettato su di uno schermo utilizzando una penna ad infrarossi come se fosse un mouse. Vi suggerisco di vedere questo video realizzato dall’ideatore del progetto che illustra molto bene quello che si può fare.

Uno dei punti di forza di questo progetto è senz’altro il costo, con neanche 200€ si può avere tutto quello che serve per avere la propria lavagna interattiva multimediale perfettamente funzionante! La Proteons, infatti, ci offre un kit completo per soli 179€!

Non vi nascondo che in rete potrete trovare tutta una serie di indicazioni sul come realizzarvi da soli questo kit in modo da abbassare ulteriormente il costo di tutto il sistema, ma per chi non vuole perdere tempo ad usare il saldatore il kit della Proteons mi sembra un buon compromesso qualità, prezzo/tempi di operatività.

Ma diamo un occhiata a come funziona questo sistema e cosa c’è nel kit..

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi