Boxee Box: la TV facile di D-Link

Boxee-Box-D-Link

Boxee-Box-D-LinkGrazie alla D-Link possiamo presentare un nuovo gioiello della tecnologia: il media center Boxee Box.

Come si vede dalla foto il Boxee Box è senz’altro un dispositivo che attira l’attenzione per la sua forma strana (assomiglia infatti ad un cubo che è inserito per una parte nel suolo); ma la vera meraviglia sta dentro! Il Boxee Box infatti ha al suo interno:

  • CPU ATOM;
  • Reti Wireless 802.11n e ethernet;
  • Slot SD card;
  • 2 porte USB;
  • Porte audio ottiche e composite Dolby Surround 5.1;
  • HDMI per video fino HD 1080p;
  • telecomando double face con tastiera qwerty.

Niente che dire, una configurazione hardware di tutto rispetto per un media center che sta in una mano! Sì, perché sebbene in fotografia sembri grande, in realtà le dimensioni del Boxee Box sono davvero ridotte: circa 11x11x11cm!

Appena estratto dalla scatola si capisce subito di avere in mano un prodotto ben fatto ed una volta collegato alla TV (rigorosamente HD) se ne ha la certezza.

Appena acceso il Boxee Box cercherà di collegarsi in rete attraverso la wifi o la ethernet e, se avete un DHCP, questi otterrà automaticamente i paramteri di rete altrimenti basterà inserirli a mano con il telecomando in dotazione… già, il telecomando… a tal proposito devo aprire subito una parentesi riguardo al telecomando del Boxee Box perché questo non è come tutti gli altri telecomandi con cui potete aver avuto a che fare in passato; infatti questo non usa gli infrarossi per mandare i suoi comandi al Boxee Box ma usa un sistema a RF, inoltre, come già accennato prima, e double face!

boxee-box-remote

La parte superiore è simile a quasi tutti i telecomandi (se si esclude il fatto che i tasti sono ridotti a quelli essenziali), mentre nella parte inferiore abbiamo a disposizione una vera e propria tastiera qwerty! Grazie alla quale inserire testi lunghi non è davvero un problema.

Ma ritorniamo a noi, come dicevo appena acceso il Boxee Box si collega in rete e va subito a verificare se il proprio firmware è aggiornato o meno e, nel caso, propone all’utente l’aggiornamento (che può durare anche diversi minuti).

Finito l’aggiornamento viene quindi richiesta la creazione di un account il quale permette di creare un profilo personale nel sito www.boxee.tv (homepage del progetto) al quale poi possiamo accedere anche via browser.

Ecco, qui sotto, uno screenshot del mio account.

boxee-SS01

Via browser possiamo impostare una serie di attività che poi il nostro Boxee Box effettuerà sul televisore collegato. Possiamo cercare amici su Facebook e Twitter, impostare dei RSS da seguire e sfogliare comodamente sulla poltrona di casa oppure aggiornare i nostri dati personali.

Finite queste impostazioni possiamo passare al divertimento vero e proprio! Possiamo sia collegarci in rete per cercare dei filmati che ci interessano oppure vedere i nostri video personali che possono essere memorizzati su di un hard disk esterno, su una chiavetta o su un server interno alla LAN accedibile via rete… il Boxee Box li riprodurrà in maniera perfetta!

boxee-box-twitter

I comandi sono eseguiti subito alla perfezione e il telecomando permette un controllo molto buono del dispositivo. Insomma, ho provato altri media center, ma questo è davvero fatto bene.

Altra cosa molto interessante di questo prodotto è la possibilità di installare applicaizioni fornite da teze parti.

boxee-applications

Ce ne sono davvero tante… giusto per darvi un’idea io ho provato ad installare il browser per Boxee e in men che non si dica potevo navigare in rete dalla TV!

Conclusioni

Il Boxee Box si presenta come oggetto davvero interessante (anche in relazione al prezzo: circa 230€) e dalle buone prestazioni; quello però che potrebbe migliorare (cosa di cui sono sicuro vista la possibilità di aggiornamenti automatici via rete) è la gestione delle impostazioni di condivisione dei file (ad esempio se avete delle password per le vostre cartelle condivise, il Boxee vi chiederà ogni volta le credenziali di accesso!) e soprattutto il supporto per la nostra lingua tutt’ora mancante!

In fine una nota importante (che cercherò di sviluppare in un prossimo articolo): il Boxee Box è parte di un progetto molto più ampio chiamato Boxee. Questi non è altro che un prodotto software per media center di cui il Boxee Box è la punta di diamante. E’ infatti possibile scaricarsi il progetto Boxee (che è software libero basato principalmente su XBMC media center) e quindi installarlo su altre piattaforme hardware a partire dal PC domestico!

Su Rodolfo Giometti

Ingegnere informatico libero professionista ed esperto GNU/Linux offre supporto per: - device drivers; - sistemi embedded; - sviluppo applicazioni industriali per controllo automatico e monitoraggio remoto; - corsi di formazione dedicati. Manutentore del progetto LinuxPPS (il sottosistema Pulse Per Second di Linux) contribuisce attivamente allo sviluppo del kernel Linux con diverse patch riguardanti varie applicazioni del kernel e dispositivi (switch, fisici di rete, RTC, USB, I2C, network, ecc.). Nei 15+ anni di esperienza su Linux ha lavorato con le piattaforme x86, ARM, MIPS & PowerPC.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi