Professionisti & Consulenti ICT - Italia

Il portale dei Professionisti & Consulenti ICT Italiani! Leggi tutto »

 

BeagleBone Essentials

beaglebone essentials

Harness the power of the BeagleBone Black to manage external environments using C, Bash, and Python/PHP programming

Rodolfo Giometti – 240 pages

About This Book

  • Learn the fundamentals of Beaglebone Black via a detailed tutorial that provides practical examples, from initial board setup to device driver management
  • Access external peripherals to monitor and control an electronic device
  • Monitor and control several electronic devices with one of the best embedded computers

Who This Book Is For

If you are a developer with some hardware or electrical engineering experience who wants to learn how to use embedded machine-learning capabilities and get access to a GNU/Linux device driver to collect data from a peripheral or to control a device, this is the book for you.

Misurare la dentellatura con una App

stamp perforation gauge democratica 100L

Ogni buon collezionista sa che per misurare la dentellatura dei propri francobolli si usa l'odontometro! Ora però la tecnologia ci può dare una mano… soprattutto ai meno esperti, si può misurare la dentellatura con uno smartphone!

Due utili libri su ambienti SQL

Oggi presento brevemente due utili libri, per studenti, programmatori e hobbysti dell'informatica, scritti da Riccardo Cervelli (insegnate e professionista informatico) – che introducono e guidano allo sviluppo di database nei vari formati SQL.

Il CTU conciliatore fra le parti

il ctu conciliatore

«Il consulente tecnico, prima di provvedere al deposito della relazione, tenti, ove possibile, la conciliazione delle parti». Spesso i Magistrati, con questa frase, affidano al consulente il compito di tentare di conciliare la lite, inserendo la richiesta nel quesito tecnico. Viene così sollecitato l’esperimento del tentativo di conciliazione, affinché le parti in giudizio, possano considerare una strada diversa per arrivare a un’intesa e, quindi, chiudere la lite.

A differenza di altre procedure a norma di legge, la conciliazione affidata ai CTU si svolge sempre a processo già iniziato o a seguito di un ricorso, superando in alcuni ambiti le limitazioni normative.

Il ruolo del consulente tecnico conciliatore si sta sempre più affermando da quando nel nostro ordinamento, trovano spazio, strumenti alternativi per risolvere le controversie: dall’arbitrato alla mediazione, alla negoziazione assistita.

Sono, quindi, i Giudici ad affidare ai consulenti l’incarico di tentare di comporre i conflitti, e la normativa che riconosce il potere conciliativo del CTU si riscontra, in particolare, nell’articolo 696-bis del Codice di procedura civile (in vigore dal 1° marzo 2006), intitolato «Consulenza tecnica preventiva ai fini della composizione della lite». In esso si attribuisce al CTU, per la prima volta in modo così definito, il ruolo di conciliatore: una funzione che per anni i consulenti hanno svolto solo di fatto.

HART il protocollo per il loop di corrente 4-20mA

isHRT HART USB

Il protocollo HART è nato per aggiungere una comunicazione digitale al tradizionale loop di corrente 4-20mA. E’ stato uno dei primi fieldbus sviluppati ed è tuttora molto usato nell’industria chimica.

Il segnale HART è una modulazione alternata sovrapposta al segnale 4..20mA in contiunua, i due segnali possono essere usati contemporaneamente e mentre il loop di corrente 4-20mA viene usato per la tradizionale lettura dell’input il segnale HART viene usato per la configurazione e la diagnostica.

Com-Server

com server

Il Com-Server (articolo 58665) offre in uno spazio ridotto tutto ciò che serve per il collegamento di un’interfaccia seriale alla rete. La comunicazione seriale può essere commutata tra gli standard RS-232, RS-422 e RS-485.

I parametri seriali e di rete vengono impostati mediante il web-server integrato oppure mediante Telnet, ARP/RARP, SNMP.

Le caratteristiche più importanti sono:

  • Velocità seriale fino a 115 e 230,4 kBit/s.
  • Collegamenti alla rete: 10/100BT autosensing.
  • Alimentazione  da Power over Ethernet IEEE 802.3af o da alimentatore esterno 24-48V con collegamento a morsetto.
  • Conforme agli standard per ambienti industriali, disponibile la versione certificata UL.
  • Versione con uscita seriale 20mA/TTY.

Cosino Enigma: the encrypted GNU/Linux system

Cosino Enigma with Secure Boot

HCE Engineering is proud to announce a new born in the Cosino Project: the CPU module Cosino Enigma.

This new CPU module supports secure boot which allows you to store on the system mass memory all your software in an encrypted form making it inaccessible to unauthorized intrusions!

How the Secure Boot works

Enigma’s CPU has two way of functioning: normal mode and secure mode. In the former mode the CPU is just as all other CPUs but when the secure mode is activated it will execute ONLY encrypted code!

In normal mode the boot stages are:

  1. the on-chip ROM bootloader loads the pre-bootloader from an external mass storage into the internal RAM, then
  2. the pre-bootloader setups the external RAM and then loads the bootloader from an external mass storage into external RAM, then
  3. the bootloader can setup some peripherals in order to prepare the system for the kernel and then loads the kernel from an external mass storage into external RAM, then
  4. the kernel activates all system’s peripherals and then mounts the rootfs from an external mass storage and starts user’s processes executions.

Termoigrobarografo Web PoE 57613

Termoigrobarografo Web PoE 57613

Il termoigrobarografo web PoE 57613 offre tutto ciò che serve per acquisire, monitorare, controllare la temperatura, l’umidità dell’aria e la pressione atmosferica.

Grazie alla gestione Web integrata tutte le funzioni sono a portata di mouse. I valori misurati dal termografo possono essere visualizzati direttamente nel browser con autoaggiornamento.

Sempre tramite browser i valori di temperature datalogger memorizzati possono essere scaricati come file CSV e quindi leggibili da foglio elettronico o database, oppure visualizzati in forma tabellare.

Il termometro può inviare delle mail di allarme al verificarsi di determinate condizioni (es. superamento di una certa temperatura).

Conclusioni sul BTO 2014 a Firenze

Franceschini a Firenze

Si è conclusa a Firenze, BTO – 2014, la due giorni (2-3 Dicembre) dedicata al Turismo Online e agli operatori del settore alberghiero / turistico, quest’anno con un significativo incremento di visitatori e la presenza di numerose testate della stampa (tra cui noi per la prima volta).

Oltre 8.000 visitatori, altri 6.000 utenti unici collegati via streaming, 350 giornalisti e blogger accreditati, un incremento di stand/espositori rispetto alle precedenti edizioni, 124 incontri e dibattiti a cui hanno partecipato oltre 230 relatori da tutto il mondo.

Molti gli eventi di rilievo tra cui spiccava l’intervista al Ministro dei Beni CulturaliDario FRANCESCHINI e la presenza dei principali operatori del settore come TripAdvisor, Kayak, Expedia, SkyScanner, Trivago, Booking, etc.

Trasmissione telematica degli atti e Fattura Elettronica

fattura pec

Dopo l’obbligo di emissione della Fattura Elettronica verso la PA, a partire dal 30 giugno 2014 è scattato l’obbligo del deposito degli atti di qualsiasi procedimento civile esclusivamente attraverso la trasmissione telematica. Tale onere coinvolge anche gli ausiliari dei giudici, ivi compresi i professionisti tecnici che svolgono attività di CTU. È il Ministero della giustizia a comunicarlo a Ingegneri, Architetti, Geometri, Periti industriali, Agronomi e Agrotecnici con una circolare del 6 giugno scorso.

Per procedere alla trasmissione degli atti per via telematica, il CTU deve essere iscritto al Registro Generale degli Indirizzi Elettronici (Reginde) con il proprio indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).

Il Registro degli indirizzi elettronici è stato istituito dal decreto 21 febbraio 2011, n. 44. Esso impone, oltre all’inserimento dell’indirizzo PEC, che il professionista tecnico indichi anche i propri dati identificativi.

I professionisti che esercitano attività di CTU, si legge nella circolare, possono essere registrati anche se non dotati di indirizzo di PEC: in tal caso essi potranno fruire solo del servizio di consultazione ma non dei servizi di deposito e comunicazione telematica.

Senza la registrazione non sarà possibile, per i CTU interessati, adempiere all’incarico eventualmente assunto con le conseguenze processuali del caso.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi